Digital Roots è il blog di DGLine | Web & Software Agency
Detox

I consigli di febbraio

28 Febbraio 2020

Autore:

I consigli di febbraio

Ci eravamo illusi di aver superato gennaio e il traumatico rientro in ufficio dopo le vacanze, e invece… febbraio è stato un mese a prova di neuroni e non solo. Della serie:

I tuoi weekend mi distruggono e maledì lunedetti.

Nonostante Sanremo, la Notte degli Oscar, San Valentino (sì, le solite cose), il 29 di febbraio (domani) e, ultimi non per importanza, il coronavirus e il remote working coatto, stiamo svernando bene in tutti i sensi, visto che la primavera fa già toc-toc alle finestre.

Eccoci quindi, puntuali con la fine del mese, con i consigli detox di febbraio: il nostro meglio al di fuori dell’ufficio.

A Teatro

R.OSA 10 esercizi per nuovi virtuosismi

Un poetico “one woman show”
Autrice, coreografa e regista Silvia Gribaudi // Finalista Premio UBU 2017 – Miglior spettacolo di danza 2017 // Finalista Premio Rete Critica 2017. In scena Claudia Marsicano // Premio UBU 2017 Migliore attrice/performer Under 35. R.OSA è una performance che si inserisce nel filone poetico di Silvia Gribaudi, coreografa che con ironia dissacrante porta in scena l’espressione del corpo, della donna e del ruolo sociale che esso occupa con un linguaggio “informale” nella relazione con il pubblico. R.OSA si ispira alle immagini di Botero, al mondo anni 80 di Jane Fonda, al concetto di successo e prestazione.
R.OSA è uno spettacolo in cui la performer è una “one woman show” che sposta lo sguardo dello spettatore all’interno di una drammaturgia composta di 10 esercizi di virtuosismo. R.OSA è un ‘esperienza in cui lo spettatore è chiamato ad essere protagonista volontario o involontario dell’ azione artistica in scena.

La serie

Modern Love

La serie Amazon con Anne Hathaway è l’adattamento della più nota rubrica del «New York Times». Che, al suo interno, raccoglie le storie di cuore dei lettori. Tra pregi e difetti, vale la pena vederla. Anche solo per la sua protagonista. Un focus dedicato su Vanity Fair: Serie tv: «Modern Love» non è «Sex and the City», ma non importa

I film

World War Z

Per rimanere in tema “fine del mondo, pandemie e dintorni”, World War Z è la storia di un mondo improvvisamente sconvolto da una misteriosa epidemia che trasforma gli infetti in zombie, particolarmente forti, veloci e aggressivi. In questo film, diretto da Marc Foster, Brad Pitt non è solo il protagonista bensì anche produttore, ruolo in cui da una decina di anni è sempre più attivo.

Cineteca di Milano

Chiusi i cinema per ordinanza regionale in relazione alla diffusione del Coronavirus, quelli della Cineteca di Milano hanno avuto una bella idea: la possibilità per tutti (dopo essersi registrati) di scaricare centinaia di titoli e usufruire del patrimonio in catalogo.

L’app

Too Good To Go

Come funziona?

Too Good To Go offre ciò che ci piace chiamare Magic Box. Cosa c’è di così magico? Lo spreco di cibo che eviti grazie al suo acquisto e tutti i deliziosi prodotti che i punti vendita e i ristoranti avrebbero gettato via alla fine della giornata. Ad esempio, questo cibo proviene da bar che hanno cucinato troppi prodotti freschi che non possono essere conservati o da ristoranti che non hanno venduto tutti i piatti che hanno preparato. Tuttavia, saprai quello che hai acquistato solo nel momento in cui ritirerai la Magic Box!

Da provare!

Il libro

La ragazza dai capelli strani, David Foster Wallace

Con le parole e le lacrime lei mi ha amputato qualcosa. Io le avevo donato la mia più intima importanza, e il suo autobus è ripartito, lasciando una qualche parte parte fondamentale di me dentro di lei come il pungiglione di un’ape. Adesso l’unica cosa che voglio è salire in macchina e andarmene molto lontano, a sanguinare.

La conferma di David Foster Wallace come astro nascente della narrativa americana. Pubblicata nel 1989 La ragazza dai capelli strani è una raccolta di racconti che racchiude, descrive e commenta l’intera cultura americana andando a toccare nevrosi, ossessioni, passioni, disagio emotivo di tutto l’Occidente contemporaneo. Consigliato per “avvicinarsi” all’autore caposcuola della letteratura post-moderna.

L’audiolibro

20.000 leghe sotto i mari

L’anno 1866 fu caratterizzato da un avvenimento strano, un fenomeno inesplicato e inesplicabile, che nessuno certamente ha potuto dimenticare. Correvano delle voci che impressionavano le popolazioni dei porti di mare e che accendevano lo spirito pubblico nelle città dell’interno, ma in particolar modo ne fu colpita la gente di mare. Commercianti, armatori, capitani di navi, europei e americani, ufficiali delle marine militari di tutti i Paesi, e infine i Governi dei diversi Stati dei due continenti, furono profondamente turbati dallo strano fenomeno.

Inizia così uno dei più celebri romanzi di Jules Verne, pubblicato nel 1870 in Francia con il titolo Vingt mille lieues sous les mers.
Ventimila leghe sotto i mari è uno dei romanzi anticipatori della fantascienza: costituisce il secondo capitolo di una trilogia che inizia con I figli del capitano Grant e si conclude con L’isola misteriosa. Tutti consigliatissimi. Per ascoltare l’audiolibro vi consigliamo la raccolta di Ad alta voce (Ray Play)

L’evento

Inaugurazioni di case altrui

Negli ultimi anni è iniziato il capitolo “Piccoli DGLiners crescono” e molti di noi hanno fatto il cosiddetto “Grande Passo”. E in questo mese “sfortunato” abbiamo inaugurato casa del nostro responsabile marketing online Marco.

Una pizza in compagnia con la vista su Expo e il nuovo quartiere di Cascina Merlata, alle porte di Milano.

 

 

 

 

 

Photo by Renee Fisher on Unsplash

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *