Digital Roots è il blog di DGLine | Web & Software Agency
Digital Tips

Instagram Tips

5 Aprile 2019

Autore:

Instagram Tips

6 Idee per creare post a effetto

Qual è il modo migliore per creare post accattivanti?

Partiamo dai post cui regaliamo un “cuore”. Perché lo facciamo? Cosa ci ha attratti? Il testo, la foto, la promozione?

In questo articolo alcune idee per ricevere qualche like in più sui contenuti Instagram Business: che si tratti di un prodotto, brand, idea.

1. Flat lay

Si definiscono flat lay quelle immagini o fotografie scattate e composte dall’alto, senza angolazioni.

Che siano scatti reali o costruiti con Photoshop l’effetto è immediato: siamo inevitabilmente attratti da quella composizione soppesata, dai vuoti, dalle geometrie.

Consigli

  • usare una luce naturale
  • inserire il tag dei prodotti mostrati

2. Lifestyle

Tutte quelle foto non in posa, che mostrano un prodotto o comunicano un messaggio senza aver l’effetto del “costruito”. Scene di vita quotidiana che servono a umanizzare il brand e avvicinare i clienti o potenziali acquirenti.

3. UCG

Definizione di User Generated Content (UCG): contenuti creati dai consumatori.

Tutte le foto in cui la nostra audience tagga un prodotto o un brand e dovrebbero essere condivise sui propri profili.

Un metodo utile anche quando non si hanno contenuti pronti. In più il vantaggio è quello di mostrare l’effettiva attrazione da parte delle persone su quel particolare oggetto, prodotto, luogo, brand.

Consigli:

  • ricordarsi sempre di taggare l’autore della foto nel post
  • usare uno strumento di sharing content (Repost App)
  • incoraggiare l’audience di follower a scattare a propria volta foto simili a quella condivisa

4. Product placement

Attività trasversale ma non poi così tanto rispetto a quelle di comunicazione classica di un brand o prodotto.

Tutte le volte che vedete un prodotto taggato nella foto di un personaggio famoso, mediamente seguito, abbastanza sulla scena ecco, parliamo di product placement.

Di solito questa attività si aziona intercettando le attività di  influencer e micro influencer. Il focus in questo caso non è più il prodotto ma chi ne sta parlando e il modo in cui lo sta facendo. Tra una lavatrice e l’altra, a colazione, in viaggio, a casa propria: in scene di vita quotidiana.

5. Influencer shotout

Parliamo di budget, campagne di advertising, influencer marketing.

I follower si “fidano” degli influencer e seguono le stories, i post, tutte le loro attività. Promuovere un prodotto o un brand attraverso un’operazione mirata di marketing può veramente far decollare le cose.

Consigli:

  • cercare influencer il cui target è in linea con quello del proprio brand
  • invitare gli influencer a diventare veri brand ambassador taggandoli in ogni attività e invitandoli a fare lo stesso sul proprio profilo personale

6. Limited time offers

Cosa cattura l’attenzione del pubblico meglio di offerte con scadenza o pezzi limitati?

Ecco un altro tipo di post che possono aggiungere uno sprint al business in questione. La pressione del tempo che passa e che prima o poi finirà e con lui anche la promozione è un punto caldo delle attività di comunicazione strategica.

Consigli:

  • proporre uno sconto consistente (maggiore del 10%)
  • definire esattamente la data e l’ora di fine promozione
  • descrivere nel post i dettagli dell’offerta (non solo con un’immagine con testo)

Altri spunti per produrre contenuti strategici

  • evitare l’uso di foto di repertorio
  • mostrare i prodotti da diversi punti di vista
  • pianificare tutte le attività e i post da pubblicare
  • buttare sempre un occhio all’andamento delle tendenze, i trends parlano sempre chiaro
  • affidati a dei professionisti in grado di supportare tutto il lavoro di creazione e strategia
Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *