Digital Roots è il blog di DGLine | Web & Software Agency
Corsi Tips

Come diventare social media manager

4 Settembre 2019

Come diventare social media manager

Domande e risposte

Che lavoro fai?

Social media manager.

Posso confermare che i tre puntini di sospensione sono ancora frequenti tra le risposte.

Chi oggi è social media manager può esserlo diventato in molti modi. Sempre più vediamo comparire tra gli annunci di lavoro quelli che richiedono questa qualifica. Se ripenso alle prime ricerche ricordo le diciture “addetto comunicazione” e “ufficio marketing”, che sono stati sostituiti dai termini anglofoni “communication specialist” o “marketing manager” e che infine si sono splittati nelle forme che oggi vediamo così frequentemente: da “social media manager”, “social media strategist”, “social and content media manager “e così via.

Chi è il social media manager

Se dovessi rispondere in 2 frasi, direi: è sempre connesso, è sempre curioso.

Connesso vuol dire soprattutto al passo coi tempi, informato e aggiornato con “l’ultima versione rilasciata del software”.

Curioso vuol dire anche creativo, esploratore, instancabile.

Perché nel curriculum oltre al saper utilizzare i principali canali social e tool di social media management ci devono essere anche qualità trasversali che possano convivere con la costante evoluzione di questo mondo, tanto vario e tanto diverso in ogni parte del mondo.

In concreto cosa fa il social media manager:

  • aiuta le aziende e le persone a creare una strategia sui social media
  • imposta la giusta comunicazione e tono di voce
  • gestisce le community dei diversi social media e le interazioni con le fanbase
  • crea contenuti in grado di anticipare gli interessi e i gusti dell’audience intercettando il giusto target
  • monitora costantemente l’evoluzione delle piattaforme, le nuove funzionalità dei prodotti e non si fa trovare impreparato
  • sceglie gli strumenti e le immagini giuste per comunicare al meglio l’idea di brand e business
  • scrive e riscrive i contenuti fino a trovare la frase migliore
  • spia la concorrenza, i cosiddetti competitors, e guarda quotidianamente “i migliori” sul campo per lasciarsi ispirare
  • legge e si informa, in particolare dai siti di settore (soprattutto quelli esteri: per anticipare bisogna avere uno sguardo “oltre”-alpi, oceani, confini…)

Gli strumenti del social media manager

Un breve (ma esaustivo) elenco degli strumenti che non possono mancare nella borsa e sul tavolo di lavoro di un social media manager:

  • smartphone capiente e con le app social installate e aggiornate
  • computer (meglio personal e non fisso, adatto a qualsiasi tipo di spostamento) aperto su twitter per seguire i trending topic da inizio a fine giornata
  • agenda calendario (cartacea o digital) con la to do list del giorno, le ricorrenze, i contenuti da monitorare (questo punto può anche essere riassunto con l’apertura del tool di social media management in uso al momento)
  • blocco appunti (può sempre essere il momento buono per scrivere un appunto per un’ottima idea da sviluppare)
  • giornali, riviste, quotidiani (cartacei o digital) per avere uno sguardo oltre la propria area di influenza
  • almeno una buona newsletter di contenuti da leggere per informarsi e trarre contenuti
  • caffè, sempre e comunque

Come diventare social media manager

Se tutto quello scritto vi sembra “too much” non c’è da temere. I social media manager non sono alieni e vivono insieme a noi. Abbiamo pensato di inaugurare la nuova stagione dei nostri corsi di formazione Digital Seeds proprio con una giornata dedicata ai social media, al loro universo e alla loro gestione.

Gestire i canali social. Panoramica, strumenti, pubblicazione, analisi

Il 26 settembre 2019 presso la nostra sala corsi in via San Francesco D’Assisi, una giornata di formazione in aula per imparare a gestire “senza paure” l’universo dei social media, che diventa ogni giorno più importante ed è necessario conoscere.

Parleremo di Facebook, Instagram, Twitter e Linkedin e delle specificità di ognuno di essi; ragioneremo sull’ideazione di contenuti e strategie di comunicazione; impareremo a leggere tutti i segnali che ogni giorno ci vengono inviati per impostare correttamente le nostre attività e migliorarle.

Iscrizioni e registrazioni

I posti sono limitati, questo per permettere una migliore interazione durante il corso. Le iscrizioni rimarranno aperte fino a 2 giorni prima l’inizio del corso (in base alle disponibilità rimaste). Ma per chi volesse approfittarne, fino al 12 settembre ci sono ancora alcuni biglietti a prezzi scontati. Per scoprire il programma nel dettaglio e registrarvi al corso di formazione troverete tutto quello di cui avete bisogno a questi link.

Settembre è fatto per ricominciare!

Scarica il programma del corso

Registrazioni e biglietti

Per qualsiasi informazione è possibile scrivere alla mail segreteria@dgline.it

Vi aspettiamo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *